Carte di credito

Le carte di credito vengono spesso richieste dai clienti di una banca per sfruttare al massimo il loro conto corrente che, di base, offre una carta di debito, una carta Bancomat molto utile e senza commissioni previste per il suo utilizzo, ma anche con delle limitazioni, in particolare riguardo alla modalità di pagamento.

Le carte di credito consentono di fare acquisti in sicurezza in tutto il mondo, e anche online, sfruttando i circuiti internazionali Visa, MasterCard e American Express. Alcune banche le propongono per più circuiti di pagamento e quindi ad alcuni conti correnti si può ad esempio associare sia una carta MasterCard che una carta Visa. Esistono anche banche che offrono diverse carte di credito tra cui scegliere, con fidi diversi e canoni diversi, e a volte carte di credito vengono offerte in un pacchetto comprendente più carte, su circuiti diversi, per avere la massima flessibilità di utilizzo possibile.

Le carte di credito, a differenza delle carte di debito, ossia sostanzialmente le carte Bancomat, consentono di pagare per i propri acquisti mediante, appunto, un credito che la banca concede al cliente, con il suo obbligo di rimborso mediante un certo numero di rate comprensive degli interessi richiesti dalla banca. Basandosi su questo meccanismo, le carte di credito consentono di fare acquisti anche non disponendo subito del denaro necessario a coprire l'intero costo della merce, confidando su un secondo momento in cui rimpinguare il conto corrente con nuove disponibilità pecuniarie.



Chiaramente va fatta molta attenzione alla custodia e all'utilizzo di una carta di credito poiché essa può essere oggetto di attenzione da parte di malintenzionati e può dunque portare a tentativi di frode per nulla piacevoli; bisogna quindi mettere in atto tutte le buone norme di sicurezza, basate molto spesso su semplice buonsenso. Sebbene furti, clonazioni e contraffazioni varie siano all'ordine del giorno, bisogna però ricordare che la sicurezza inizia dalle mani di chi utilizza un certo strumento, che dovrebbe prestare attenzione alle sue azioni compiute sia online, ossia attraverso Internet, sia offline, con uso fisico delle carte di debito.

Non si dovrebbe quindi scadere nell'allarmismo quando si sentono notizie di prosciugamenti di conti correnti e di furti di dati sensibili, che possono capitare a chiunque sia per le carte di credito che per altre carte di pagamento, ma anche solo per i conti correnti, i conti deposito e qualunque altro prodotto bancario o finanziario, e che pertanto possono capitare come qualunque altra sventura e non dovrebbero scoraggiare per la sottoscrizione di prodotti bancari molto utili e a volte anche indispensabili per la vita quotidiana.

Nel concreto, infatti, secondo alcuni studi statistici, solo circa lo 0,02% delle transazioni avvenute in Italia mediante carta di credito è di natura fraudolenta, supportando l'idea che i pagamenti effettuati in questo modo sono molto sicuri nella quasi totalità dei casi.