Sicurezza delle carte di pagamento


La sicurezza delle carte di pagamento è un tema molto importante e sentito dai consumatori poiché non esiste sensazione peggiore che temere che i propri soldi siano a rischio, per un motivo o per un altro, soprattutto se si è faticato a guadagnarli.

Le carte di pagamento si suddividono in carte di credito, carte di debito e carte prepagate, queste ultime quasi sempre ricaricabili e talvolta nelle vesti di Carte Conto con codice IBAN. Assieme alla loro enorme diffusione è inevitabilmente cresciuto il timore di truffe e raggiri vari perpetrati con tali strumenti bancari, visti molto spesso come bersaglio di malintenzionati.

D'altra parte, è vero che le frodi, in generale, sono dietro l'angolo; circa un terzo riguarda il furto del portafogli, mentre circa un quinto riguarda il furto di una borsa. I più truffati risultano essere gli uomini, che, non a caso, sono proprio i maggiori possessori di carte di pagamento; sono quindi soggetti maggiormente a rischio rispetto alle donne, in questo frangente.

Non vi è quindi dubbio che esistano utilizzi illeciti delle carte di pagamento, ma è altrettanto vero che, come spesso accade, a volte si è fatto allarmismo sull'argomento. Carte di credito, carte Bancomat e carte prepagate sono infatti molto più sicure di quanto in genere si creda. Le carte di credito, in particolare, vengono spesso bersagliate per il loro rischio, che in realtà spesso è legato ad un uso imprudente da parte dei loro titolari.

In effetti, da varie indagini, è emerso che gli Italiani non amano molto le carte di credito, così come non le amano gli esercenti, a causa delle tariffe interbancarie a loro carico, ma anche per il fatto che sussiste per loro l'obbligo di dotarsi di POS per pagamenti superiori a 30 euro.

Dotate di particolari chip elettronici e di sistemi di sicurezza molto efficaci quali l'invio di SMS di alert, ossia di avviso, al cliente per ogni operazione eseguita, le carte di pagamento possono, però, essere ritenute molto sicure, con la possibilità del consumatore di monitorarne sempre l'utilizzo, anche quello illecito. Questo, unito ad altri sistemi di sicurezza, rende dunque le carte di pagamento relativamente sicure, di certo più sicure dei contanti, che, in caso di furto, non sono quasi mai recuperabili, in quanto è estremamente difficile provarne il reale possesso prima della sottrazione.

La percentuale di frodi si aggira infatti intorno ad un misero 0,02% e, in Italia, il numero di frodi riguardanti carte di credito è stato, nel corso degli anni, generalmente inferiore rispetto a quello di molti Paesi europei quali la Francia e la Gran Bretagna. Inoltre, il valore medio delle transazioni con carte di credito non riconosciute, quindi oggetto di operazioni illecite da parte di terzi, si aggira intorno ai 200 euro, un importo tutto sommato contenuto.

Le carte prepagate rivestono un ruolo particolare nei riguardi della sicurezza, in quanto consentono di tenere sempre sotto controllo le spese ed eventuali addebiti illeciti da parte di truffatori e quant'altro, anche meglio rispetto alle carte di debito e alle carte di credito. Si tratta infatti di Carte che non attingono direttamente al conto corrente del titolare, ma che vengono ricaricate all'occorrenza per l'importo che si preferisce, senza cioè il rischio che un malintenzionato svuoti il conto di un malcapitato, ma con al massimo la possibilità che si appropri illecitamente del denaro presente nella carta a saldo sul momento, che generalmente è di valore limitato e molto inferiore alle giacenze del conto corrente.

Mentre, quindi, le carte prepagate non presentano una connessione diretta con le giacenze del conto corrente, le carte di credito e le carte di debito lo fanno, con problemi di sicurezza potenzialmente più gravi, ragion per cui, in caso di furto o smarrimento di un siffatto tipo di carta, è necessario segnalare immediatamente il problema chiamando gli appositi numeri verdi messi a disposizione dalle banche e dalle Poste.

Insomma, il gioco di possedere una carta prapagata vale decisamente la candela, anche se possono essere previsti dei costi per il suo possesso ed il suo utilizzo. Analogamente, non ci si dovrebbe privare della comodità di disporre di una carta Bancomat o di una carta di credito facendosi prendere dal panico riguardo alla sicurezza. Si pensi al fatto che, con una carta di credito, si possono fare acquisti in tutto il mondo utilizzando i grandi circuiti di pagamento internazionali quali MasterCard, Visa e American Express.

In effetti, non è tutto oro quel che luccica e, riguardo agli oneri previsti per l'utilizzo delle carte di pagamento, vi possono essere, ad esempio, commissioni per la ricarica delle carte prepagate; queste non sono previste, o sono previste in misura molto contenuta, nei casi in cui la banca preveda un canone mensile per il mantenimento della carta. Anche le carte di debito possono essere soggette ad un canone mensile. Sono di norma previste commissioni anche per i prelievi di contanti presso gli ATM con carta di credito o carta prepagata, e commissioni per un eventuale cambio di valuta che fosse necessario per un prelievo con carta di debito.

In generale, è molto probabile la sussistenza di commissioni da prelievo a carico del cliente, che possono pure essere superiori a quelle standard, se questi si rivolge ad un circuito bancario diverso da quello al quale appartiene la sua banca. Per evitare di incappare in spiacevoli sorprese è quindi preferibile prelevare contanti presso gli ATM della propria banca. Al contrario, alcune banche online offrono carte di debito con cui è possibile prelevare da qualunque ATM, anche all'estero, senza alcuna commissione.

Se si opera con le carte di pagamento online, invece, la sicurezza sarà anche quella della propria connessione ad Internet e sarà anche quella del sito ufficiale della banca che ha emesso la carta. Con una oculata scelta delle password, evitando la navigazione su siti di dubbia liceità ed evitando di cliccare sui link presenti in email di dubbia provenienza si possono scongiurare molti problemi, in primis quello del furto d'identità. Oltre a ciò, aiuta molto l'utilizzo di App gratuite per sistemi Android e iOS, che consentono di utilizzare il proprio conto corrente, con le Carte ad esso associate, in tutta sicurezza con i propri dispositivi mobili quali gli smartphone e i tablet.

Torna a Guida alle carte di pagamento.