Prestiti per i pensionati


Con la Legge sulla Cessione del Quinto,cioè la Legge 180/50,è stato esteso il diritto alla cessione del quinto ai dipendenti delle aziende private e ai pensionati.

Il tasso di interesse rimane fisso, anche per tutto il periodo di ammortamento,in tutto il periodo scelto,che può andare da un minimo di 36 mesi ad un massimo di  120 mesi

Detratta la rata,che non può superare il 20% della pensione netta,deve essere salvaguardato l'importo della pensione sociale.

Sono assumibili le pensioni di anzianità, vecchiaia e reversibilità

L'età limite alla scadenza del prestito è di 85 anni e 90 anni per i pensionati INPDAP

Se si ha un altro prestito in corso,è possibile inoltrare questa nuova richiesta,solo se è stato rimborsato almeno il 40% delle rate pattuite con il precedente prestito.

La rata viene addebitata direttamente sulla pensione dall'Ente Previdenziale.

Questo tipo di Prestito rientra nella  tipologia di prestito personale non finalizzato,cioè  non destinato  all'acquisto di un bene o di un servizio specifico.

Ti può interessare un conto corrente online moderno e a zero spese? Apri gratuitamente un Conto Corrente Crédit Agricole oppure un Conto Corrente Arancio!

Torna a Guida ai prestiti.

Tag: prestito,   pensione,   periodo,   stato,   legge,   cessione,   tasso,   servizio,   scadenza

Temi: prestito personale

Altri articoli a tema, in particolare della sezione Guida ai prestiti della categoria Prestiti:

La cessione del quinto
Cessione del quinto con Cassa di Risparmio Cesena
Tassi Usura
Rendimenti dei conti deposito
ISC: Indice Sintetico di Costo
Aprire un conto corrente