Confronta conti deposito

Quando si è alla ricerca di un conto deposito dove investire i propri risparmi, ci si rivolge ad un panorama dove la varietà la fa da padrone, dove le proposte di conti deposito da parte delle banche si sprecano, al punto che una stessa banca può offrire diverse soluzioni di conto deposito tra cui districarsi per scegliere quella che più si sposa con le proprie effettive esigenze di investimento. Per scovare il miglior conto deposito per sé bisogna quindi armarsi di pazienza per valutare e confrontare le proposte dei conti deposito migliori sul mercato considerando ogni aspetto delle varie offerte, sia in termini di rendimenti che in termini di costi, di spese da affrontare, che in alcuni casi possono vanificare i rendimenti allettanti reclamati per un investimento tutto sommato non così conveniente.

Molte banche offrono la possibilità di investire in conti deposito dagli alti rendimenti, e un po' tutte consentono di ottenere tassi di interesse molto alti nel caso in cui si vincoli temporalmente il proprio denaro in un certo conto. Diventa dunque importante trovare il miglior conto deposito per la propria situazione finanziaria e sulla base della propria capacità di privarsi del proprio denaro per un certo periodo di tempo, indirizzando meglio la propria ricerca tra i conti deposito vincolati, che offrono tassi di interesse che possono anche arrivare indicativamente al 4% lordo annuo, una ghiotta opportunità soprattutto in periodi di crisi economica e finanziaria quali quelli di questi ultimi anni.

Tra i migliori conti deposito vi sono quelli apribili presso le banche IWBank, Mediolanum, YouBanking, CheBanca!, Fineco, UniCredit, Webank e ING DIRECT. Alcune di queste banche offrono anche più di un conto deposito a cui aderire, al fine di fornire al cliente un ventaglio di possibilità tra cui scegliere la migliore per le sue esigenze di investimento; IWBank e Fineco offrono, ciascuna, rispettivamente, ben quattro e tre tipologie di conto deposito tra cui scegliere, e sarà difficile non trovare fra queste una proposta soddisfacente per il proprio caso.

Si possono confrontare conti deposito a partire dalle banche che li propongono e considerando le loro principali caratteristiche quali il tasso di rendimento offerto, la durata di un eventuale vincolo temporale sul deposito, le spese da sostenere per l'apertura, la gestione e la chiusura del conto e la conoscenza del fatto che l'imposta di bollo dovuta per legge sia o meno pagata dalla banca stessa al posto del cliente. Di seguito un confronto sulle principali caratteristiche dei migliori conti deposito sul mercato, tutti a zero spese se aperti online:

Conto deposito di Webank
Tasso di interesse max: 1,75% valido per vincolo di 18 mesi
Durata minima del vincolo: 3 mesi
Si paga imposta di bollo

Conto deposito di ING DIRECT
Tasso di interesse max: 1,60% valido per vincolo di 60 mesi
Durata minima del vincolo: 3 mesi
Si paga imposta di bollo



Conto deposito di UniCredit
Tasso di interesse max: 0,40% valido per vincolo di 24 mesi
Durata minima del vincolo: 12 mesi
Si paga imposta di bollo

Conto deposito di Fineco
Tasso di interesse max: 1,00% valido per vincolo di 12 mesi
Durata minima del vincolo: 1 mese
Si paga imposta di bollo

Conto deposito di CheBanca!
Tasso di interesse max: 1,60% valido per vincolo di 12 mesi
Durata minima del vincolo: 3 mesi
Si paga imposta di bollo

Conto deposito di YouBanking
Tasso di interesse max: 1,10% valido per vincolo di 18 mesi
Durata minima del vincolo: 9 mesi
Non si paga imposta di bollo

Conto deposito di Mediolanum
Tasso di interesse max: 2,00% valido per vincolo di 12 mesi
Durata minima del vincolo: 3 mesi
Si paga imposta di bollo

Conto deposito di IWBank
Tasso di interesse max: 1,50% valido per vincolo fino al 30/06/2015 e al 31/03/2016
Durata minima del vincolo: fino al 31/12/2014
Non si paga imposta di bollo

Si consideri, comunque, che per la valutazione della bontà di un investimento in un certo conto deposito non si dovrebbe mai guardare soltanto al tasso di interesse offerto, non solo perché andrebbero valutati anche molti altri fattori, quali quello di una possibile maggior fiducia in una certa banca piuttosto che in un'altra, o quello di un'assenza di costi per l'imposta di bollo che alcune banche pagano al posto dei loro clienti, ma perché si deve tener presente che i tassi di interesse molto alti che figurano per i conti deposito di alcune banche potrebbero derivare da campagne promozionali valide solo per certi periodi di tempo, tipicamente per attrarre nuovi clienti e nuovi capitali dall'esterno della banca proponente stessa. Per questi motivi, la cosa migliore da fare è studiare bene tutte le condizioni specificate da ogni banca riguardo all'apertura di un conto deposito presso di essa, e valutare alla fine pro e contro rispetto alle condizioni di altre banche.