Patente come si controlla il saldo punti


PATENTE E CONTROLLO PUNTI


controllare patente a puntiLa patente a punti è stata introdotta nel 2003, esattamente è in vigore dal primo luglio, accompagnata da venti punti totali. I punti potranno diminuire, se si commettono infrazioni del Codice della Strada, o aumentare ma fino ad un massimo di 30 punti, avendo diritto ad un bonus come automobilisti virtuosi.

Come si controlla il saldo punti della patente di guida? Si può effettuare la registrazione sul portale dell’automobilista inserendo un proprio user ed una propria password, oppure possiamo telefonare ad un numero verde, +39-848 782 782 e seguire le istruzioni della voce registrata che ci porterà step dopo step ad arrivare all’informazione che cerchiamo.


Che cos’è il bonus punti ?


Dal 2005 è stata introdotta la possibilità di ricaricare la nostra patente di guida con dei punti ottenuti come bonus. Si tratta di due punti concessi in due anni, dalla Direzione Generale della Motorizzazione se l’automobilista non ha effettuato infrazioni del Codice della Strada e non abbia ricevuto decurtazioni di punti dalla patente di guida.


Cosa fare quando abbiamo zero punti sulla patente di guida? L’automobilista che vedrà decurtati l’ammontare dei totali venti punti, dovrà sostenere nuovamente l’esame di guida, affrontando un esame teorico e pratico. Prima però l’Ufficio competente del luogo dovrà prendere atto che il conducente sia rimasto privo di punti sulla patente, avviare una revisione ed inviare la notifica all’automobilista. In trenta giorni di tempo, l’automobilista potrà procedere ad una prenotazione della revisione del permesso di guida.


I punti vengono sottratti in base all’infrazione commessa, che prevede  la marcia a luci spente o un uso improprio delle stesse, con la decurtazione di un solo punto;  imboccare una strada controsenso, che vede la decurtazione di 4 punti, al mancato uso delle cinture di sicurezza con la decurtazione di 5 punti dalla patente di guida. Si può arrivare anche a decurtare 10 punti se l’infrazione del Codice della Strada è molto grave, si parla di sorpassi pericolosi, eccesso di velocità oltre i 60Km/h, retromarcia su autostrade, forzare posti di blocco, scappare dopo aver provocato un sinistro e guidare sotto l’effetto di sostanze alcoliche o stupefacenti.



Torna a Guida automobilista.