Mediazione obbligatoria per rc auto


Introdotta la mediazione obbligatoria per le polizze rc auto


mediazione rc autoLa domanda di mediazione è obbligatoria per le rc auto, o meglio in caso di controversie sulla responsabilità civile auto è obbligatorio rivolgersi ad un organismo di mediazione civile.

Cosa si intende per mediazione rc auto? Il Decreto legislativo n.28 del 2010 ha reso obbligatorio la mediazione civile, anche per le controversie per ciò che concerne le assicurazioni auto.


Prima di presentarsi davanti ad un giudice, occorre seguire l’iter della mediazione civile, per tentare una conciliazione tra l’assicurato e la compagnia di assicurazione.


Questo obbligo ha incontrato pochi consensi, perché la mediazione civile in materia di rc auto, dovrebbe rappresentare una scelta e non essere vissuta come una norma.


Prima e dopo la mediazione obbligatoria rc auto: in caso di sinistro prima del 19 marzo, il conducente chiedeva alla propria Compagnia di Assicurazione, il risarcimento diretto e successivamente, se la somma era inferiore a coprire il risarcimento dei danni, si ricorreva al giudice di pace.


Oggi, con l’approvazione del decreto n.28 del 2010, prima di proseguire con la causa, si dovrà obbligatoriamente rivolgersi ad un organismo di mediazione legalmente riconosciuto dal Ministero di Giustizia.



Presentazione domanda per la controversia rc auto


La domanda dovrà essere consegnata, motivando la richiesta dell’arbitrato, e si affiderà la controversia ad un mediatore, che non è né un avvocato né un giudice, ma una figura professionale, iscritto all’Ordine.


Il ruolo del mediatore è quello di interpellare le parti, cioè il conducente della vettura e la Compagnia di assicurazione, ad un confronto entro 15 giorni dalla presentazione della domanda di mediazione.


Il rifiuto di presentarsi verrà punito con sanzioni, se non è motivato. Il mediatore tenterà di far raggiungere un accordo tra le parti interessate, questo per la durata massima di 4 mesi. Se si trova un accordo tra l’automobilista e la Compagnia di assicurazione auto, l’intesa viene omologata da un giudice e diventa esecutiva.


Se viceversa, il lavoro di mediazione non arriva ad un’intesa, si procede attraverso la giustizia ordinaria. Le spese del processo saranno a carico, di chi ha rifiutato di presentarsi al cospetto del mediatore.


Per iniziare il processo di mediazione, si spenderanno circa 40 euro e poi occorrerà coprire le successive spese. Ecco perché si ritiene, che rendere obbligatoria, quella che dovrebbe essere una scelta del consumatore, è ritenuto incostituzionale.



Torna a Notizie assicurazioni.

Tag: mediazione,   auto,   domanda,   civile,   compagnia,   giudice,   mediatore,   assicurazione,   risarcimento

Temi: decreto legislativo,   responsabilità civile,   mediazione civile,   responsabilità civile auto

Altri articoli a tema, in particolare della sezione Notizie assicurazioni della categoria Assicurazioni:

Come ottenere il risarcimento diretto
ACI propone una soluzione per ridurre le polizze rc auto
ISVAP e elenco compagnie rc auto fantasma
Nuovi svantaggi per gli automobilisti
Auto storiche e RCA
Aprire un conto corrente