Conti correnti aziendali


I conti correnti non sono estremamente importanti solo per le persone, ossia per i privati cittadini che non hanno sulle loro spalle un carico aziendale, ma anche per le imprese, ossia per tutte quelle aziende che, a differenza delle persone fisiche, sono assoggettate a partita iva.

Ci si può dunque chiedere quali siano i conti correnti aziendali che possano incontrare le necessità dei diretti interessati, e il problema della scelta ha molto senso in quanto tutte le partita iva necessitano, per legge, di un conto corrente, che vada dunque associato alle relative aziende.

Il conto corrente aziendale è dunque necessario, non solo perché previsto dalla normativa vigente, ma anche perché le aziende devono, per forza di cose, poter gestire sia il denaro ricevuto da altri soggetti, e quindi facente cassa, sia il denaro con cui pagare altri soggetti, il tutto nel frangente della ordinaria amministrazione della società o della ditta individuale, estendendo la necessità anche alle associazioni ed ai liberi professionisti.

Difatti, il soggetto con partita iva, nel più semplice dei casi, potrebbe essere una ditta individuale, costituita cioè da una sola persona, e quindi, in tal caso, si porrebbe il problema di aprire un conto corrente per ditte individuali, del tutto analogo a quello più generale che riguarda qualunque soggetto intestatario di partita iva.

Tutte le movimentazioni di un conto corrente aziendale hanno una valenza ufficiale dal punto di vista giuridico e quindi hanno rilevanza per le dichiarazioni dei redditi e per eventuali contestazioni fiscali, così come avviene, del resto, per tutti gli altri conti correnti associati a partita iva e per i conti correnti condominiali.

In genere, comunque, un conto corrente aziendale non è nient'altro che un comune conto corrente, definito però come un conto associato ad una partita iva, con il quale è anche possibile, tra le varie cose, richiedere dei finanziamenti e dei mutui.

Un'azienda può decidere se aprire un conto corrente tradizionale oppure un conto corrente online; entrambe le soluzioni garantiscono infatti il rispetto della normativa vigente riguardo all'obbligo di aprire un conto corrente se si è in possesso di partita iva per fare in modo di tracciare il denaro in entrata ed il denaro in uscita per importi superiori a 1.000 euro.

Non sarà difficile scovare conti correnti aziendali che facciano al proprio caso, anzi, molto probabilmente, ci sarà l'imbarazzo della scelta e si dovrà svolgere un'operazione di scrematura tra la miriade di conti di questo tipo esistenti, per trovare quello che meglio faccia per sé.

I conti correnti aziendali proposti dalle banche, sia tradizionali che online, offrono sempre delle funzionalità di base che sono indispensabili anche per le aziende, quali la possibilità di effettuare bonifici e ricevere bonifici e quella di potere utilizzare carte bancomat, carte di credito e libretti di assegni per effettuare pagamenti, con anche la possibilità di fornire delle carte di pagamento ai dipendenti e, in particolare, ai dirigenti.

Al fine di lavorare con una squadra funzionale, i dipendenti dell'azienda dovrebbero disporre, a loro volta, di conti correnti, sui quali l'azienda potrebbe accreditare i loro stipendi rapidamente e senza fatica.

In genere è possibile aprire un conto corrente aziendale a zero spese, ma in alcuni casi potrebbero essere previsti dei costi per farlo, tipicamente per eseguire alcune operazioni particolari, e potrebbero sussistere anche costi fissi, per la semplice tenuta del conto. Con un conto corrente online i costi dovrebbero essere inesistenti o, al limite, estremamente contenuti.

Bisogna quindi informarsi e confrontare diversi conti correnti per capire quale potrebbe essere il migliore conto aziendale per il proprio caso. Molto probabilmente se ne riuscirà a trovare almeno uno con una vasta gamma di servizi bancari a zero spese.

Per aprire un conto corrente per imprese occorrono per lo meno un documento d'identità, il codice fiscale e la partita iva. Se il conto è di tipo online, basta collegarsi via Internet al sito della banca proponente ed effettuare una richiesta di apertura online in pochi minuti, il tutto quindi eseguibile molto facilmente e comodamente.

Ti può interessare un conto corrente online moderno e a zero spese? Apri gratuitamente un Conto Corrente Crédit Agricole oppure un Conto Corrente Arancio!

Torna a Guida ai conti correnti.

Tag: conto,   corrente,   partita,   iva,   aziendale,   aprire,   denaro,   effettuare,   normativa

Temi: codice fiscale,   semplice tenuta,   valenza ufficiale

Altri articoli a tema, in particolare della sezione Guida ai conti correnti della categoria Conti correnti:

Conti correnti per ditte individuali
Conto corrente di Hello bank!
Giroconto
Semplicità di utilizzo dei conti deposito
Conti deposito abbinati a conti correnti
Aprire un conto corrente