Come cambiare operatore Internet


Molto spesso si sottoscrive un abbonamento per una connessione ad Internet avendo delle esigenze che potrebbero mutare nel tempo, oppure l'operatore di telecomunicazione a cui ci si rivolge tradisce la propria fiducia, ad esempio applicando dei costi nascosti oppure offrendo una connessione instabile o più lenta di quanto dichiarato.

Esistono, insomma, molti motivi per cambiare operatore Internet e, chiaramente, l'operatore che si desidera lasciare deve rispettare la volontà del suo cliente di migrare verso un nuovo operatore, senza mettere in atto una politica ostativa. Al di là delle motivazioni, insomma, deve sempre essere possibile dirottare le proprie preferenze verso chi si ritiene risponda meglio alle proprie esigenze.

Bisogna quindi capire come recedere da un contratto con un operatore Internet al fine di sottoscriverne un altro con un altro operatore, soffermandosi sulle sempre importanti tempistiche per raggiungere lo scopo. Tutto dovrà partire dall'ottenimento di un codice segreto dall'operatore che si intende lasciare, che servirà quindi come un lasciapassare al cambio di operatore; la segretezza del codice garantisce la piena volontà del cliente di fare il passaggio ad altro operatore, scongiurando al contempo il rischio che sia qualcun altro a farlo al posto suo senza autorizzazione.

Il primo passo da fare è quello di avviare il processo di disdetta del vecchio contratto rivolgendosi al nuovo operatore telefonico, detto recipient, per comunicargli il codice di migrazione rilasciato dal vecchio operatore, detto donating; questo codice si trova scritto su tutte le bollette telefoniche ed è pure rinvenibile nella propria area personale del sito Web dell'operatore o ricavabile telefonando a quest'ultimo. In questo modo la pratica di trasferimento verrà avviata, per essere soddisfatta nel minor tempo possibile.

Succede insomma qualcosa di analogo alla migrazione di un conto corrente, quando è la nuova banca dove il cliente intende trasferire il suo conto corrente a doversi attivare per interagire con la vecchia banca al fine di pervenire celeremente al cambio di Istituto, con tanto di comoda chiusura del conto corrente aperto presso la vecchia banca.

Per informare il vecchio operatore della propria decisione occorre quindi, in realtà, muoversi al contrario e informare il nuovo operatore. Solo così si potrà concretizzare la migrazione, che in genere contemplerà il trasferimento del numero di telefono oltre al trasferimento del servizio di connessione via ADSL, se si rientra in questo caso. Durante la fase di migrazione, il vecchio operatore continuerà a garantire il servizio fino a quando il nuovo operatore sarà subentrato a tutti gli effetti.

Riguardo ai tempi necessari per il cambio operatore Internet, grazie alla Legge n. 40/2007, il tutto dovrà avvenire, senza ostacolare il desiderio del cliente, entro 30 giorni, ossia entro un lasso di tempo ritenibile più che ragionevole. Fortunatamente, non ci si deve quindi più preoccupare di interminabili attese e di burocrazia ostica che, fino a poco tempo fa, giustamente scoraggiavano chiunque dal cambiare idea su un operatore di telecomunicazioni.

Anche se cambiare operatore Internet può sembrare difficile, quindi, se necessario bisogna attivarsi per compiere quella che oggi, grazie anche alle disposizioni dell'AGCOM, ossia dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, è divenuta un'operazione piuttosto semplice, che, con pochi passaggi, può fare risparmiare anche ingenti somme di denaro, soprattutto se si riesce a cogliere al volo un'offerta propinata ad hoc da una compagnia telefonica che voglia acquisire un nuovo cliente o che voglia riprendersi un vecchio cliente strappatogli via da una compagnia concorrente.

Torna a Guida a Internet e alla telefonia.

Tag: operatore,   cliente,   vecchio,   internet,   migrazione,   codice,   corrente,   trasferimento,   conto

Temi: area personale,   nuovo cliente,   codice segreto,   vecchio cliente,   nuovo operatore

Altri articoli a tema, in particolare della sezione Guida a Internet e alla telefonia della categoria Internet e telefonia:

Portabilità del conto corrente
Trasferimento di un conto corrente
Conto Corrente e carta Libramat
Conto Widiba
Conto corrente online di Widiba
Aprire un conto corrente