Confronto tra conti deposito e fondi BlackRock

I conti deposito e i fondi BlackRock non hanno molto in comune, per non dire nulla a parte la logica della liquidità, ma un loro raffronto può essere utile per quel che concerne il tema della sicurezza degli investimenti; è infatti assodato che diversificare gli investimenti è uno dei paradigmi più importanti per ottenere rendimenti dal proprio capitale, scongiurando nel contempo il rischio di andare addirittura in perdita.

BlackRock è una celebre società finanziaria che ha sede a New York, leader nei settori della gestione del risparmio e della consulenza per l'investimento, con focus particolare sull'analisi e la gestione del rischio. E' attualmente la più grande società di investimento del mondo, che opera in più di 60 Stati e, a partire dal 2009, è anche la più grande società di gestione del risparmio del mondo, con un patrimonio di diversi bilioni di dollari.

La società, che opera sia per i clienti privati che per i clienti istituzionali, è stata ed è il maggiore azionista della Deutsche Bank ed è tutt'oggi anche un grande azionista di molte importanti banche e imprese italiane, quali Unicredit, Intesa San Paolo e Telecom Italia; Nel 2011 BlackRock deteneva il 5,7% di Mediaset, il 3,9% di Unicredit, il 3,5% di Enel e del Banco Popolare, il 2,7% di Fiat e Telecom Italia, il 2,5% di Eni e Generali e il 2,2% di Finmeccanica, giusto per dare un'idea della sua imponenza e della capillarità della sua rete. L'azienda è autrice del Blackrock Sovreign Risk Index, ossia di un indice per valutare la stabilità dei debiti sovrani, per valutare quindi la sostenibilità del debito dei vari Paesi del mondo, di un indice che pertanto indica quanto uno Stato è vicino al default, identificando i margini di movimento per effettuare manovre correttive in tempo.

Nonostante BlackRock sia una società relativamente giovane, essendo nata nel 1988, ha avuto una crescita esponenziale nel corso degli anni, che l'ha portata ad essere un potentissimo super-fondo globale, spesso impegnato a fare notevoli acquisti in tempo di saldi. Grazie alla sua capacità di offrire i prodotti di investimento giusti al momento giusto, il fondo è riuscito a seguire sempre le richieste del mercato finanziario, ragion per cui risulta spesso appetibile per gli investitori e anche per tutti quei risparmiatori che, in tempi di grande crisi, lo considerano come un punto di riferimento per la gestione dei loro risparmi.



Le esigenze di chi investe con BigRock sono quindi simili a quelle di chi investe con conti deposito, almeno per quel che riguarda il desiderio di guadagnare senza rinunciare alla liquidità. I fondi comuni di investimento gestiti da BigRock sono appunto prodotti atti a raccogliere il denaro dei risparmiatori per la gestione da parte della società, che ne diversificherà l'investimento su più fronti azionari riducendone così il rischio. Con BlackRock si può ad esempio investire in ETF, ossia in fondi indicizzati quotati, utilizzando una eccellente piattaforma di trading.

I gestori di fondi come BigRock non possono offrire conti deposito, ma il basso rischio dei fondi comuni di investimento che trattano, per lo più di tipo monetario, li rende comunque interessanti agli occhi di molti investitori; per tali prodotti, però, a differenza di quanto avviene per i conti deposito, il rendimento non è certo, non è fisso e noto in anticipo e dipenderà dalla gestione della società. In genere, il tasso di interesse offerto da un buon conto deposito, se oculatamente scelto, è superiore a quello ottenuto per un investimento in fondi comuni monetari, ad elevata liquidità, i quali, però, hanno dalla loro parte una notevole possibilità di scelta.

I conti deposito, dal punto di vista delle banche, vengono utilizzati ugualmente per investire in prodotti a basso rischio, tipicamente in obbligazioni di società consierate affidabili, con alto rating. Dal punto di vista del cliente, sono in genere liquidabili facilmente e velocemente, anche nel caso in cui si tratti di conti deposito vincolati, qualora le politiche della banca permettano il loro svincolo in anticipo, prima della data di scadenza prefissata.

Dati i vantaggi e gli svantaggi dei due tipi di investimento, il consiglio è quello di diversificare, di combinare i vantaggi di ognuno a fronte dei rischi che lo caratterizzano, ponderando la soluzione migliore per il proprio caso.

Torna a Confronto tra conti deposito e altri prodotti di investimento.