Accedere al conto di un parente defunto


Purtroppo a volte si presenta il problema di accedere al conto di un parente defunto, una problematica che si aggiunge a quella affettiva, che può riguardare sia i conti correnti sia i conti deposito, ma anche i titoli, le azioni e le obbligazioni, insomma tutto ciò che il defunto deteneva presso la sua banca.

Si parla quindi spesso di successione di un conto corrente, ma si potrebbe tranquillamente parlare si successione in termini più generali, considerando non solo l'accesso degli aventi diritto al conto di un parente defunto ma anche l'accesso degli stessi a tutti i beni patrimoniali detenuti dal defunto nell'Istituto.

Per ottenere l'accesso al conto corrente del caro estinto bisogna seguire un certo iter burocratico ma, ovviamente, per prima cosa bisogna averne diritto in quanto eredi, anche considerando che, per ragioni di sicurezza, le banche sono molto caute nel dare agli eredi stessi il potere di accesso ad un conto non intestato a loro, seppure sia intestato ad un loro parente deceduto.

Per venire in possesso del denaro depositato in un conto di un parente defunto occorre innanzitutto inviare alla banca una raccomandata con ricevuta di ritorno, con la quale comunicare la notizia del decesso esibendo come prova il certificato di morte rilasciato dal Comune, anche se alcune banche potrebbero accettare pure una semplice un'autocertificazione. Le banche, insomma, non vengono a conoscenza del decesso dei loro clienti in modo automatico ed è per questo necessario metterle ufficialmente al corrente dell'infausto evento.

La fase successiva consiste nel blocco del conto del defunto da parte della banca, al fine di evitare prelievi di denaro illegittimi, anche se a volte, un po' bonariamente e in nome del buonsenso, viene concesso ai parenti di prelevare almeno il denaro necessario al funerale del caro estinto.

Gli eredi dovranno quindi effettuare una dichiarazione di successione, che andrà consegnata alla banca, la quale dovrà effettuare una ricerca di tutti i rapporti aperti dal defunto presso di essa, per rendicontare i suoi averi agli eredi con un documento ufficiale. In questa fase, quindi, potrebbe aversi evidenza di altri prodotti o servizi bancari sottoscritti dal defunto, oltre a quelli di un conto corrente o di un conto deposito.

Con il documento di rendicontazione, infine, si potrà depositare la dichiarazione di successione presso l'Agenzia delle Entrate, la quale dovrà dare il via libera al trasferimento del denaro agli eredi in tempi brevi.

Ti può interessare un conto corrente online moderno e a zero spese? Apri gratuitamente un Conto Corrente Crédit Agricole oppure un Conto Corrente Arancio!

Torna a Guida ai conti correnti.

Tag: conto,   defunto,   denaro,   successione,   parente,   corrente,   banca,   diritto,   dichiarazione

Temi: denaro necessario,   parente defunto,   iter burocratico

Altri articoli a tema, in particolare della sezione Guida ai conti correnti della categoria Conti correnti:

Successione conto corrente
Conto deposito online di CheBanca!
Conto corrente Fineco
Conti deposito abbinati a conti correnti
Omaggi per la sottoscrizione di un conto deposito
Aprire un conto corrente