Costo di un conto corrente


La prima cosa a cui si pensa quando si decide di mettere da parte qualche risparmio è il costo di un conto corrente, inteso come l'insieme delle spese da sostenere non solo per l'apertura ma anche per la gestione, la tenuta e l'utilizzo di un conto corrente, nonché per l'eventuale chiusura dello stesso.

Quando si opera all'insegna del risparmio non si può infatti non considerare che, forse un po' paradossalmente, anche dare in custodia il proprio denaro ad un altro soggetto può avere dei costi, sebbene tale soggetto tragga un indubbio giovamento dall'avere a disposizione i soldi altrui, che possono da esso essere proficuamente investiti in vario modo, con un indubbio ritorno personale.

Il costo di un conto corrente, in Italia, è stato oggetto di molti dibattiti nel corso degli anni, con molte critiche anche da parte delle associazioni dei consumatori, oltre che dei consumatori stessi, ragion per cui le banche hanno cercato di venire incontro alla clientela, sollecitate pure dallo Stato, molto impegnato nell'opera di garantire conti correnti a costi contenuti per i meno abbienti, in particolare per i pensionati e gli stranieri. L'Antitrust si è più volte espressa a favore di una riduzione significativa dei costi dei conti correnti visto che ci sono ancora dei margini di miglioramento del quadro delineatosi, soprattutto in relazione al costo spesso ancora esorbitante dei bonifici e dei prelievi di contanti presso altre banche.

Il più grande risultato concreto a favore dei potenziali clienti è stato la diffusione dei conti correnti online, a dire il vero avviata ormai da molti anni, quando le critiche non erano ancora all'ordine del giorno, dapprima in modo ridotto con il riscontro di una certa diffidenza da parte dei consumatori. Oggi non si può davvero dire che vi sia carenza di conti correnti online, e non solo le banche online, offrenti prodotti e servizi rigorosamente usufruibili via Inernet, sono presenti in gran quantità, ma una stessa banca può offrire più tipologie di conti correnti online tra cui scegliere.

I costi dei conti correnti online hanno senza ombra di dubbio contribuito alla diffusione dei conti correnti non solo tra i giovani, di natura più avvezzi all'informatica e ad Internet, ma anche tra i risparmiatori di una certa età, che hanno pian piano imparato ad apprezzare e ad usare uno strumento di risparmio utilissimo e molto economico, davvero considerabile alla portata di chiunque.

I conti correnti italiani, comunque, vengono tutt'oggi additati da più parti come tra i più costosi d'Europa, sebbene molto sia stato fatto a favore dei consumatori in questi ultimi anni. Un'altra critica riguarda l'ostinazione di alcune banche italiane di richiedere obbligatoriamente l'apertura di un conto corrente per ottenere un mutuo, una pratica scorretta anche per legge, quando invece aprire un conto corrente dovrebbe essere una scelta, un'azione spontanea che metta il cliente nelle condizioni di sfruttarlo proficuamente per il bene sì personale ma, indirettamente, anche collettivo, dando disponibilità ad una banca del proprio denaro.

Alcune banche, addirittura, non si accontentano di un contratto a tempo indeterminato e di un lauto stipendio come garanzie per la concessione di un mutuo ed anzi continuano a indurre i loro potenziali clienti a sottoscrivere le loro polizze assicurative, senza presentargli offerte alternative di altri gruppi assicurativi per un confronto delle condizioni di sottoscrizione onesto e trasparente. Altroconsumo, ad esempio, ha più volte effettuato segnalazioni al riguardo agli organi competenti quali Antitrust, Bankitalia e Ivass.

E' bene quindi informarsi prima di aprire un conto corrente perché ogni banca adotta una sua filosofia riguardo al costo dei conti che offre e oggigiorno esistono banche tradizionali che offrono, accanto ad un conto corrente tradizionale, anche un conto corrente online, spesso e volentieri a zero spese e a canone zero. Soprattutto i consumatori che non hanno molta esperienza in tema bancario dovrebbero scegliere con attenzione un conto corrente che faccia al caso loro, magari sfruttando promozioni per i conti correnti offerte da banche online in alcuni periodi di tempo al fine di attrarre a sé nuova clientela.

Ti può interessare un tipo di investimento moderno e dal rischio contenuto? Consulta la sezione domini del sito!

Torna a Guida ai conti correnti.

Tag: conto,   corrente,   costo,   stato,   risparmio,   banca,   favore,   zero,   clientela

Temi: tempo indeterminato,   tema bancario,   indubbio giovamento,   indubbio ritorno,   lauto stipendio

Altri articoli a tema, in particolare della sezione Guida ai conti correnti della categoria Conti correnti:

Costi dei conti correnti online
I conti correnti più convenienti
Conto super a zero spese
Carta CabelPay
Conto corrente di CheBanca!
Aprire un conto corrente