Come aprire un conto corrente

Per aprire un conto corrente, soprattutto se ci si orienta verso un conto corrente online, ci vuole poco tempo e sono richiesti pochi dati e documenti, insomma l'essenziale per farsi identificare dalla banca proponente a cui si è deciso di rivolgersi per salvaguardare i propri risparmi. Vi sono tanti validi motivi per aprire un conto corrente e vi sono anche più ragioni per aprire un conto corrente online, il più comodo ed economico tipo di conto disponibile alla sottoscrizione.

Oggigiorno aprire un conto corrente è estremamente semplice e non serve solo a mettere al sicuro i propri risparmi sfruttando la sicurezza di un deposito bancario ma, almeno a volte, serve anche ad ottenere rendimenti da interessi che, se non altro, compensino l'aumento pressoché continuo del costo della vita a causa dell'inflazione, senza tralasciare il fatto che, in casi fortunati, è possibile addirittura ottenere un guadagno netto dai propri risparmi, che quindi supera il valore del costo inflazionario. I rari casi di questo tipo vanno ricercati tra i conti correnti online, comodi e facili da aprire e da gestire, che a volte possono offrire, appunto, tassi di interesse relativamente alti, con una sicurezza per i risparmi dei clienti garantita dai fondi di tutela come il FITD e l'FGD, i quali, tra parentesi, garantiscono parimenti anche i conti deposito.

Si può dunque aprire un conto corrente sia di tipo online, ossia utilizzabile esclusivamente, o quasi, via Internet, sia di tipo tradizionale, ossia utilizzabile presso una agenzia bancaria presente sul territorio italiano, e sarà di conseguenza diverso il processo di richiesta di apertura conto; per l'apertura di un conto corrente tradizionale, sostanzialmente, si seguiranno le istruzioni dell'impiegato della banca che si occuperà dell'apertura del conto, e bisognerà quindi rivolgersi allo sportello di filiale muniti di un documento di identità in corso di validità e del codice fiscale, necessari, sempre e comunque, per aprire un conto corrente.

I conti correnti online offrono tutte le funzionalità tipiche dei conti correnti tradizionali e godono anche della stessa sicurezza offerta dai fondi di tutela, ma sono in genere più semplici da aprire e da utilizzare in quanto accessibili appunto via Internet, da casa o da ufficio o da altri luoghi dove sia disponibile una connessione alla Rete, senza dunque che si sia costretti a recarsi in agenzia per operare con il proprio conto corrente. E' pur vero che molte banche tradizionali, con agenzie sul territorio, oggi offrono anche dei conti correnti con operatività online, grazie a servizi di Internet Banking, dando così vita a conti correnti online a tutti gli effetti, ben distinti da quelli standard tradizionali offerti in principio, con grandi vantaggi per i clienti, tra cui quello di potere farne richiesta di apertura da casa propria in pochi minuti e di non dovere quasi mai sostenere costi di apertura, gestione e chiusura conto.

Prima di rivolgersi ad una banca per aprire un conto corrente tradizionale, si consideri che i conti correnti online sono quelli che in genere offrono condizioni migliori per il cliente poiché le banche online che li propongono devono sostenere meno spese per gestirli, non dovendo mantenere filiali fisiche, e di conseguenza adottano, quasi sempre, una politica a zero spese per il cliente, che potrà non solo aprire un conto corrente gratuitamente ma anche gestirlo, operarvi senza alcun costo, sfruttando condizioni contrattuali in genere migliori e con il solo onere di farsi identificare a dovere al momento della richiesta di apertura, avvenendo questa su Internet. D'altra parte, è un requisito di legge conoscere le generalità del richiedente ed altre informazioni che sono necessarie per aprire un conto corrente, o anche un conto deposito.

Aprire un conto corrente online è quindi in genere un'operazione a zero spese e un po' tutte le banche che operano in Italia non richiedono oneri ai clienti per aprire, gestire e chiudere un conto corrente di questo tipo; anzi, spesso, per invogliare potenziali clienti ad aprire un conto corrente online, alcune banche si accollano anche il costo dell'imposta di bollo dovuta per legge in misura di 34,20 euro all'anno per clienti privati che abbiano in giacenza sul conto, mediamente, più di 5.000 euro all'anno, pagandola allo Stato al posto dei clienti. Nel caso in cui si dovesse pagare tale imposta di tasca propria, che è poi quello più comune, è necesario quindi tenere sul conto almeno un importo sufficiente a coprirla, considerando che alcune banche la addebitano mensilmente mentre altre la addebitano trimestralmente.



Per aprire un conto corrente online occorre dunque eseguire un processo di identificazione che inizia con l'immissione, sul sito della banca, dei propri dati personali, con upload di scansioni di un documento di riconoscimento e del codice fiscale, in genere in proprio possesso sotto forma di tessera sanitaria. L'identificazione potrebbe richiedere anche l'intermediazione di un referente bancario, ma in genere questa fase non è necessaria e si riesce a fare tutto online e inviando infine il contratto firmato alla banca per posta ordinaria. D'altra parte, le firme da apporre possono essere tante, e possono ad esempio riguardare il trattamento dei dati personali e gli strumenti bancari collegati al conto corrente, quali la carta bancomat, la carta di credito e il consenso per la domiciliazione delle utenze.

Per aprire un conto corrente online bastano dunque una comune connessione ad Internet, un documento d'identità ed il codice fiscale, e non sarà necessario disporre di grandi conoscenze informatiche o bancarie per compilare il modulo online con il quale la banca riceverà la richiesta di apertura che dovrà poi approvare; a tal proposito, la banca potrebbe in teoria anche non approvare la richiesta di apertura da parte del cliente, potrebbe decidere di selezionare il tipo di clientela richiedendo ai potenziali clienti degli ulteriori documenti, quali ad esempio una busta paga o il cedolino della pensione, ma nella pratica ciò non avviene molto spesso. A volte è invece necessaria documentazione di integrazione per ottenere trattamenti particolari, ad esempio a favore degli studenti universitari o di particolari categorie di lavoratori. D'altra parte, in generale, compilare il modulo di richiesta con attenzione ed onestà, inserendo i propri dati personali reali, non potrà che ridurre ancora di più la probabilità di un rifiuto da parte della banca, quindi si faccia attenzione a fare la compilazione con dati veritieri ed esatti.

Dopo i pochi minuti che ci vorranno per compilare il modulo online, si potrà vedere a video un riepilogo del contratto con i propri dati inseriti e a quel punto si potrà stampare il contratto per firmarlo, in modo leggibile, in ogni parte ove richiesto; basta seguire le indicazioni che vengono fornite da ogni banca per la compilazione del modulo, che includono anche rassicurazioni sulla riservatezza dei dati che si inseriscono man mano a sistema, la qual cosa facilita la compilazione, se non altro a livello psicologico, in quanto si è consapevoli di fare il tutto in sicurezza mantenendo al contempo la propria privacy, che ogni banca si impegna a rispettare con il massimo impegno.

Una volta eseguita la procedura di richiesta apertura conto, si avrà in genere una disponibilità dello stesso pressoché immediata, se si tratta di un conto corrente tradizionale, oppure dopo pochi giorni, se si tratta di un conto corrente online, ossia dopo che la banca avrà approvato la richiesta del cliente dopo averla vagliata, dando così il via libera all'utilizzo del conto; una comunicazione da parte della banca sancirà la disponibilità del conto online a tutti gli effetti.

C'è spesso l'imbarazzo della scelta per scegliere il conto corrente migliore per sé tra le tante offerte di conti correnti presenti in Internet. A volte, un appuntamento preliminare in filiale, se ci si orienta verso una banca con agenzie sul territorio, potrebbe essere utile per comprendere a dovere le condizioni di apertura e gestione conto e per rendere così migliore il rapporto di fiducia con la banca, ma per un conto corrente online questo passaggio non è necessario, il che accelera i tempi di apertura per questo tipo di conto, per la gioia di chi ha fretta e vuole ottenere risultati rapidi con semplici passaggi.

In fin dei conti, la facilità con cui oggi si può aprire un conto corrente, assieme alla sicurezza e anche alla, seppure rara, possibilità di ottenere dei rendimenti tangibili dallo stesso, lo rende uno strumento di risparmio senza eguali, soprattutto in tempi recenti in cui banche e clienti si sono avvicinati moltissimo grazie ad Internet e, con un po' di pazienza, si può riuscire ad aprire un conto corrente online, o anche tradizionale, che faccia al caso proprio considerando vari parametri di valutazione che non si limitano a quello del tasso di interesse percepibile, che a dire il vero è spesso e volentieri nullo, ma che vaglino anche l'usabilità del conto, la gratuità di almeno le operazioni bancarie più ricorrenti, la possibilità di appoggiarsi a filiali bancarie sul territorio e la sicurezza e la solidità della banca proponente.

Torna a Guida ai conti correnti.