Domiciliazione utenze su conto corrente


Uno dei vantaggi di disporre di un conto corrente risiede nella possibilità di domiciliare le utenze, ossia di fare in modo che le bollette vengano addebitate in automatico sul conto, senza azioni manuali che porterebbero inutilmente via tempo prezioso.

Il modo più semplice di pagare le bollette è infatti quello di domiciliarle, di farne gestire i pagamenti direttamente alla banca dove si è aperto il conto corrente, in modo tale che la faccenda venga disbrigata comodamente in modo automatico e che non ci si possa dimenticare del pagamento di qualche bolletta, che porterebbe a spiacevoli conseguenze in tempi brevi. Meglio, quindi, adoperarsi per prevenire i fastidi che possono scaturire da una interazione non ottimale con le varie aziende fornitrici di servizi che prevedono canoni da pagare con certe scadenze.

Si pensi alle bollette di luce e gas, a quelle dell'acqua, ma anche a quelle della Pay TV e del telefono, al quale è magari associato anche un abbonamento ad Internet grazie al quale ci si può divertire online, ma si può anche lavorare seriamente per vivere. Sebbene per una sola bolletta non pagata difficilmente verrà staccato il servizio dai piani alti ed è prassi che le varie compagnie attendano un po' di tempo prima di tagliare la corrente elttrica o quant'altro, saltare il pagamento di una bolletta non è un evento da sottovalutare.

Per questi motivi, è consigliata la domiciliazione delle utenze, che può essere effettuata tramite delega SDD, una denominazione moderna per indicare il RID, un addebito automatico preautorizzato grazie al quale le somme di denaro necessarie al pagamento delle bollette vengono addebitate periodicamente sul conto corrente del sottoscrittore.

Questo sistema di pagamento è semplice e sicuro e consente anche di risparmiare poiché, per come funziona, si evita di dover ricorrere ai bollettini postali, che hanno un costo associato, che prevedono una commissione, e si potranno evitare le tante odiate file alle Poste. Un conto corrente tra i tanti che offre gratuitamente la possibilità di domiciliare le utenze è il Conto Digital di CheBanca!, una delle migliori banche online che operano in Italia.

Se non si dispone ancora di un conto corrente e non si ha molto tempo da perdere sull'argomento, basta aprire un conto corrente online, che è notoriamente a zero spese nella stragrande maggioranza dei casi, almeno per le operazioni più comuni; il conto potrà essere usato anche per altre necessità tra cui quella di addebito dello stipendio o della pensione. La domiciliazione delle utenze, infatti, può avvenire indistintamente sia su un conto tradizionale sia su un conto online.

Le operazioni più comuni, garantite gratuitamente da un conto corrente online, consistono nel prelievo di contanti dagli ATM della banca e delle eventuali altre banche del gruppo, ossia nel prelievo di denaro dagli sportelli automatici disseminati in Italia e, talvolta anche all'estero, e nell'effettuazione e nella ricezione di bonifici, via Internet.

Chiaramente, il discorso vale non solo per i conti correnti bancari ma anche per i conti correnti postali, con la limitazione, riguardo a questi ultimi, di potere domiciliare soltanto le utenze legate ad enti convenzionati. Poiché BancoPosta offre ai suoi correntisti la possibilità di gestire ed utilizzare il proprio conto online tramite il servizio di Home Banking, dopo richiesta, in un ufficio postale, dell'accesso ai servizi via Internet, di fatto è possibile usufruire delle stesse funzionalità operative di un conto bancario rivolgendosi alle Poste; questo, fermo restando che, chiaramente, ci sono delle differenze tra i due tipi di conto, che nella pratica si annullano se si restringe il campo alle più comuni operazioni effettuabili con un conto corrente.

Anche nel caso in cui non si fosse convinti della soluzione online, sia bancaria che postale, si potrebbe optare per un conto corrente tradizionale. Oggigiorno è divenuto facile ed economico aprire un conto corrente di qualunque tipo, anche non online; la concorrenza tra le banche ha dato una grande spinta alla diffusione dei conti correnti, che hanno raggiunto così costi decisamente contenuti, se non completamente nulli.

Torna a Guida ai conti correnti.