Conti deposito con piano di versamenti

I conti deposito, seppur limitati nelle loro funzionalità rispetto ai normali conti correnti, offrono diverse possibilità di gestione, alcune delle quali più remunerative di altre per i risparmiatori. Un conto deposito vincolato, rispetto ad un conto deposito libero, infatti, offrirà tassi di interesse più alti per chi fosse disposto a vincolare temporalmente il proprio denaro, rinunciando alla libertà di prelevarlo quando lo si desiderasse.

Alcune banche permettono di depositare denaro su un conto deposito secondo due modalità: nella prima, la più semplice, viene effettuato un unico deposito per il denaro da investire, e non ci si pensa più, aspettando un certo periodo di tempo per percepire gli interessi dovuti sul capitale; nella seconda, invece, è previsto un piano di versamenti, tipicamente mensile, grazie al quale viene aggiunto regolarmente nuovo capitale al conto, la qual cosa porta a rendimenti maggiori, dovuti proprio a questi flussi di denaro fresco che alimentano regolarmene il conto deposito. Quest'ultima modalità è dunque molto interessante perché consente di avere rendimenti via via crescenti al prezzo dell'accantonamento periodico di una somma di denaro, operazione questa più che fattibile, soprattutto se si decide di accantonare somme di basso importo di cui si ritiene si possa fare a meno, ad esempio mensilmente.



Findomestic, ad esempio, prevede un piano di versamenti mensile che può seguire un deposito iniziale di una certa entità oppure che può partire senza un deposito iniziale, contando quindi soltanto sui versamenti periodici di denaro per alimentare il conto deposito. Con un piano mensile di versamenti di almeno 150 euro, che costituiscono una cifra davvero alla portata di più o meno tutti, e con un tasso di interesse che può arrivare fino al 2,5% lordo annuo, si ha dunque la possibilità di vedere incrementare il proprio capitale in modo interessante, senza spese di apertura conto e gestione conto, e con la promozione dell'imposta di bollo a carico della banca per il primo anno, in modo tale che il cliente non si debba davvero preoccupare di nessun costo da sostenere.

Questo tipo di investimento tiene conto anche di un tasso di interesse che varia al variare dell'ammontare di denaro investito, così che, più si investe sul conto deposito, più il tasso di interesse percepito sarà alto, portando a rendimenti sostanziosi; per chi avesse almeno 20.000 euro da investire, il tasso di interesse percepito con il Conto Deposito Findomestic sarebbe del 2,5%, un valore molto interessante soprattutto in tempi di crisi.

In generale, il tasso di interesse non varia solo a seconda dell'importo da investire, ma anche in funzione del periodo in cui si investe e di quanto a lungo si è disposti a vincolare il proprio denaro. In alcuni periodi, infatti, i tassi di interesse sono particolarmente alti, dipendendo anche dalla situazione economica e finanziaria del momento, ma anche dal fatto che possono essere messe in atto, da parte di alcune banche, promozioni per accaparrarsi nuovi clienti, da prendere al volo per ottenere i rendimenti più alti possibili dai propri risparmi.

Torna a Guida ai conti deposito.