Interessi delle banche nei conti deposito

La banche hanno diversi interessi nel proporre ai loro clienti, ma soprattutto ai loro potenziali clienti che ancora non lo sono, i conti deposito, soprattutto i conti deposito online e, con il denaro depositato su tali conti, possono così effettuare degli investimenti da conti deposito, atti a ricavare del denaro a fronte del riconoscimento al cliente di un tasso di interesse sul suo capitale.

Le banche hanno però in genere maggiore interesse a collocare altri prodotti finanziari in misura di un certo budget annuale, dando la precedenza ad alcuni investimenti rispetto ad altri, scegliendo ad esempio tra obbligazioni proprie, obbligazioni di terzi e fondi comuni di investimento, prodotti non necessariamente adeguatamente fruttiferi per il cliente. Alcuni prodotti da investimento proposti dalle banche potrebbero anche non garantire la salvaguardia del capitale investito.



Se quindi le banche puntano comunque molto sui conti deposito, pur guadagnando di più su altri prodotti, un motivo ci deve pur essere ed è quello che, così facendo, attirano una grande fetta di clientela interessata ad investimenti di semplice gestione e dal rendimento sicuro, sperando che i nuovi clienti acquisiti, successivamente, aderiscano ad altri prodotti più remunerativi per la banca. Si tratta insomma di un potente strumento nelle mani delle banche per assicurarsi nuovi consumatori del mondo bancario, che tra l'altro, ovviamente, non si limita solo a prodotti d'investimento ma anche a finanziamenti, al trading ecc.; un cliente che un giorno apre un conto deposito, un altro giorno può richiedere un prestito o un mutuo alla stessa banca, giusto per fare un esempio.

Le banche, generalmente, investono il denaro che gli viene consegnato mediante deposito su un conto deposito in prodotti a basso rischio quali le obbligazioni di aziende considerate affidabili, contraddistinte da alto rating, ad esempio aventi rating pari ad "A". D'altra parte, il consetto di sicurezza è legato strettamente ai conti deposito anche per il cliente, che potrà godere della protezione dei fondi di tutela dei depositi, istituiti per legge al fine di rimborsare i titolari di un conto deposito, o anche di un conto corrente o di un libretto di risparmio, ciascuno fino ad un massimo di 100.000 euro per banca.

Torna a Guida ai conti deposito.