Conti deposito per i risparmiatori italiani

I conti deposito per i risparmiatori italiani costituiscono un ottimo mezzo per guadagnare facendo fruttare il proprio denaro grazie all'applicazione, da parte delle banche, di tassi di interesse creditore ben maggiori di zero.

L'Italia è senza dubbio un Paese pullulante di risparmiatori e piccoli investitori che non amano il rischio della perdita e preferiscono poter contare su bassi rendimenti sicuri piuttosto che su alti rendimenti col rischio di perdita dei rendimenti stessi e del capitale di base, magari guadagnato con tanto sudore della loro fronte.

Secondo diverse analisi sono proprio i risparmiatori che hanno sostenuto l'Italia nei suoi momenti più drammatici; le famiglie italiane hanno sempre dimostrato, nel corso degli anni, di saper tirare la cinghia, di saper fare sacrifici per superare i momenti difficili e affrontare la dura crisi economico-finanziaria nel modo migliore. Risparmiare, mettere da parte denaro per sé e i propri figli, è stato da sempre, per intere famiglie, un'ancora di salvezza.

E' in questo contesto che si inserisce prepotentemente l'opzione del conto deposito, un prodotto bancario di investimento a bassissimo rischio, considerato sicuro e dal rapporto guadagno/rischio imbattibile; con un conto deposito, soprattutto se vincolato e ancora meglio se trattasi di conto deposito online, si possono oggi ottenere rendimenti con tassi di interesse intorno al 2% lordo annuo, nonostante l'incessante crisi in atto.



In effetti i conti deposito erano nati come dei prodotti di risparmio che poi sono stati assimilati a tutti gli effetti a prodotti d'investimento, anche sotto il profilo fiscale, con una tassazione dei rendimenti del 26%, la medesima applicata per ben altri prodotti di investimento quali quello delle azioni. Anche l'imposta di bollo è stata lentamente aumentata e portata a livelli degni di un investimento senza mezzi termini.

Sebbene oggi la percentuale di risparmiatori italiani che si interessa ai mercati finanziari è leggermente aumentata rispetto ad anni addietro, manifestando così un fenomeno di maggiore propensione al rischio, è aumentata anche la percentuale di risparmiatori e rimane il fatto che l'obiettivo della sicurezza, non tanto sull'entità dei rendimenti ottenibili quanto sul capitale investito, è sempre quello più ambito, prefissato da circa il 70% delle famiglie italiane, e per questo i conti deposito sono, per i risparmiatori italiani, la scelta migliore in moltissimi casi, assieme ai titoli di Stato e ai prodotti postali quali il libretto postale e i buoni fruttiferi postali.

Esiste una miriade di conti deposito tra cui orientarsi per scegliere il miglior conto deposito per le proprie esigenze, come conseguenza dell'elevata concorrenza tra banche, in special modo di quelle online, per attrarre a sé nuovi clienti disposti, magari in un secondo momento, a sottoscrivere altri prodotti bancari di maggiore interesse. Considerando che esistono dei fondi di tutela per i risparmiatori, che rimborserebbero ogni depositante di ogni banca fino a 100.000 euro in caso di fallimento, è anzi consigliabile non soffermarsi su un unico conto deposito, ma valutare l'apertura di più conti, in modo innanzitutto da salvaguardare il proprio capitale con l'assicurazione coprente fino alla suddetta soglia.

Del resto, oggi è davvero molto semplice, rapido ed economico aprire un conto deposito online, generalmente a zero spese e con tassi di interesse relativamente alti. Si potrà così aspettare che i propri soldi fruttino interessi, contando sulla sicurezza e sulla comodità di utilizzo di un tale strumento di investimento davvero alla portata di tutti.

Considerando che spesso, al momento della sottoscrizione di un conto corrente, alcune banche forniscono in dotazione anche un conto deposito, in un unico pacchetto, si potrebbe sfruttare questa circostanza per migrare verso altri lidi all'occorrenza. Chi cioè non si trovasse bene con la propria banca o avesse comunque l'esigenza di aprire un nuovo conto deposito presso un'altra banca, potrebbe contare sul fatto che oggi risulta essere molto semplice e rapido cambiare Istituto senza costi da sostenere, grazie alle nuove regole sulla portabilità dei conti correnti, trasferendo così agevolmente il suo denaro in una banca ritenuta migliore.

Torna a Guida ai conti deposito.