Conti deposito svincolabili in anticipo

Di norma il miglior modo di guadagnare con un conto deposito è quello di vincolare un capitale per un certo periodo di tempo, ossia quello di investire in conti deposito vincolati, che garantiscano un tasso di interesse sicuro e relativamente corposo a patto di non prelevare il proprio denaro per un certo periodo di mesi o di anni.

Per ottenere alti rendimenti dal proprio investimento, quindi, occorre decidere di sottoscrivere un vincolo temporale, con la conseguenza che, per non perdere gli alti interessi pattuiti, si dovrà lasciare il denaro in deposito fino alla data di scadenza concordata, di fatto rinunciando ad esso con tutte le conseguenze del caso.

Può però capitare che si debba necessariamente prelevare da un conto deposito vincolato in anticipo rispetto alla scadenza, a causa di qualche incombenza non preventivata al momento della sottoscrizione del vincolo. In questo caso si verrebbe meno all'impegno preso con la banca e, di conseguenza, si dovrebbe come minimo rinunciare agli interessi stabiliti. Come minimo, perché alcune banche non consentono lo svincolo anticipato in nessun modo, neppure pagando una penale.

In sostanza ogni banca ha la sua filosofia in merito: alcuni Istituti consentono uno svincolo anticipato, al limite parziale, senza che i clienti debbano pagare penali, con la semplice rinuncia degli interessi elevati e l'eventuale applicazione del tasso creditore di base, altri consentono uno svincolo annticipato imponendo ai clienti il pagamento di una penale, mentre altri ancora non consentono alcuno svincolo anticipato, per nessuna ragione al mondo e a nessuna condizione.



In caso di incertezza sulla necessità di avere a disposizione il proprio denaro per il futuro, conviene dunque scegliere un conto deposito vincolato per un breve periodo, ad esempio per 3 o per 6 mesi, oppure puntare su periodi di tempo più lunghi rivolgendosi però ad una banca che offra un conto deposito svincolabile in anticipo senza penali.

Va sempre considerato il fatto che, per ottenere il massimo rendimento dal proprio investimento in un conto deposito si dovrebbe cavalcare l'onda dei tassi di interesse in rialzo, cioè si dovrebbe spostare il proprio capitale in un'altra banca nel caso in cui offrisse, per un certo periodo, un tasso di interesse maggiore di quello attualmente percepito, ma per ottimizzare gli interessi in questo modo occorre disporre dei propri soldi senza dovere rispettare per forza un vincolo di tenuta sul conto. Con le tempistiche giuste, che si incastrano bene, può insomma essere possibile guadagnare di più che se si vincolasse il denaro in un'unica banca per un lungo periodo.

Se ad esempio si fosse vincolato un certo capitale per un certo periodo di tempo e, poco tempo dopo, fosse emersa una migliore offerta da parte di qualche altra banca, sarebbe molto comodo svincolare il capitale in anticipo, quasi infruttifero per una tenuta sul conto di poco tempo, per vincolarlo presso la nuova banca offrente migliori condizioni. Ciò non potrebbe ovviamente essere messo in pratica nel caso in cui il capitale non fosse svincolabile in anticipo. Andrebbe però anche considerato il fatto che, nella pratica, è improbabile che un conto deposito vincolato ma svincolabile in anticipo offra tassi di interesse particolarmente alti, quindi il tutto andrebbe ponderato a dovere.

Tra i conti deposito svincolabili in anticipo senza penali vi sono, ad esempio, il Conto Facto Plus di Banca Farmafactoring, molto simile al Conto Facto che invece non è svincolabile in anticipo, e il Conto Deposito Webank, della banca Webank che fa capo alla BPM, ossia alla Banca Popolare di Milano. Si tratta, in entrambi i casi, di banche online tra le migliori, che offrono conti apribili e utilizzabili interamente via Internet, quindi molto comodi ed economici. Si consideri però che, mentre il conto deposito di Webank è interamente svincolabile in anticipo, il Conto Facto Plus è svincolabile in anticipo solo per un massimo del 30% del capitale.

Torna a Guida ai conti deposito.